2° Giornata di Campionato 11/10/2020 – Oratorio San Filippo – F.C DAL POZZO

ORATORIO SAN FILIPPO – 4
DAL POZZO – 1 (Dezio)

Oratorio San Filippo in completo bianco-rosso, Dal Pozzo in maglia gialloverde e completo nero. Queste le scelte di mister Borgatti: Arrighi, Osculati (cap), Stefanizzi, Nardo, Algeri, Sartorio, Daga, Defendenti, Benzi, Borghi, Dezio. A disposizione: Gentilomo, Carenza, Savoia, Pirotta, Borgatti, Maldi, Cusato, La Mura

«Da quattro sproni il destrier punto arriva
ove una strada in due si dipartiva»

Prima trasferta di campionato, e prima in assoluto in gare ufficiali in quel di Busto Arsizio per i nostri colori. Avversario di giornata l’Oratorio San Filippo, campo bitorzoluto e muro di cinta a un passo dalla linea laterale, spalti completamente assenti.
Partita che nel primo quarto d’ora si mostra per ciò che era prevedibile supporre: gara molto fisica, grande lotta sulle seconde palle e ritmo intenso.
Partiamo bene con baricentro alto, Daga al 13’ si invola sulla sinistra, salta l’uomo, mette dentro di mancino per Benzi che prova a deviarla sul primo palo ma viene deviato in angolo.
Al 15’ si affaccia per la prima l’Oratorio San Filippo: sanguinosa palla persa da Daga in appoggio su Nardo, sviluppo azione sulla sinistra dei nostri avversari, palla lunga sul secondo palo e avversario in maglia 7 che prova il gran colpo al volo colpendo la traversa.
Non ci scomponiamo e continuiamo a giocare. Al 19’ angolo di Daga, stacca Dezio ma la palla va alta sopra la traversa. Al 20’ Nardo inventa per Dezio che si prova al volo di sinistra da dentro area ma il portiere respinge il suo tiro. Al 23’ Benzi prova a sporcare un pallone lungo, viene atterrato ma senza che l’arbitro fischi alcunchè. Rigore negato per noi, rigore concesso per gli avversari: al 27’ Sartorio marca con braccia larghe l’avversario in area, furbamente la punta avversaria si lascia cadere e per l’arbitro è rigore. Dal dischetto Arrighi intuisce e respinge con una gran parata il rigore: restiamo sullo 0-0!
Al 31’ Dezio punta il diretto marcatore, se la sposta sul mancino ma il suo tiro è di poco alto sopra la traversa. Al 33’ tocca agli avversari, palla lunga, scappiamo male, il tiro del numero 9 in maglia biancorossa esce di poco dal palo alla sinistra di Arrighi.
Al 40’ rimessa loro, su campo così piccolo ogni rimessa dall’altezza dell’area di rigore è una potenziale palla gol, e così è: Osculati non copre bene sul diretto avversario che sul secondo palo riesce a sfiorare quel tanto che basta per spiazzare Arrighi e insaccare: siamo sotto 1-0.
Nell’unico minuto di recupero concesso dal direttore di gara la acciufficiamo: palla intelligente di Nardo per Dezio che scatta sul filo del fuorigioco, punta il terzino destro in area di rigore, sterzata violenza a portarsi la palla sul destro e tiro a chiudere sul primo palo: gooool! 1-1 e quarta rete stagionale per il nostro attaccante col vizio del gol!
Andiamo a riposo motivati, con alle spalle un primo tempo di applicazione e a tratti ben giocato.
La ripresa inizia con gli stessi effettivi.
Partono meglio però gli avversari, ci provano subito sulla destra con tiro sul primo palo respinto in angolo da Arrighi. Sul seguente tiro dalla bandierina dormita collettiva, la seconda dopo quella del primo gol, e difensore avversario libero e indisturbato per incornare alle spalle di Arrighi: siamo di nuovo sotto, 2-1!
Al 51’ usciamo bene palla al piede, sviluppo ben giocato che ci porta al limite dell’area, Osculati riceve, si improvvisa funambolo, ne salta tre ma poi il suo tiro è ben più che debole e non impensierisce il portiere avversario. Al 56’ entra Borgatti per Borghi. Al 61’ entra Maldi per il sempre generoso Benzi. Al 70’ dentro La Mura per Defendenti. Malgrado il predominio territoriale non riusciamo a creare palle gol degne di nota. La partita si scalda ed escono i primi gialli della gara. 85’ dentro Cusato per Osculati e Nardo che scala nei tre dietro. Al ‘87 siamo in proiezione offensiva alla ricerca del gol del pari, Maldi non ci arriva per poco sul secondo palo, sulla ripartenza siamo inevitabilmente sbilanciati e a un minuto dalla fine prendiamo il terzo gol di giornata: 3-1. Ci proviamo nuovamente con una punizione di Dezio dal limite ma sbatte sulla barriera, altro contropiede, nuovamente sbilanciati e nuovamente gol per l’esterno destro dell’Oratorio San Filippo che sigla la sua doppietta.
Finisce dunque con un passivo pesante la seconda di campionato, 4-1. Una sconfitta che deve servire da lezione, a fronte di una partita giocata prevalentemente nel primo tempo.
Ma il fine partita è, da sempre, il momento dell’abbraccio con i tifosi, e oggi – per una volta – lo striscione viene alzato in campo per festeggiare gli 8 anni di Masnada Ultras.
Testa quindi alla prossima settimana, in cui lavorare al meglio per preparare la terza di campionato contro la squadre B della Salus Turate.

AL TUO FIANCO SARÒ!

Rispondi a Cheap flights usa book 2022 Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.