IL PROGETTO

Nell’estate del 2015, dopo qualche anno passato al seguito della squadretta amatoriale della piccola frazione Dal Pozzo, un gruppo di ragazzi che del pallone ha fatto la propria passione e delle partite di calcio un momento di aggregazione, decide di fondare la propria squadra.

Nasce così la Frazione Calcistica Dal Pozzo, un progetto di calcio popolare sorto dal basso, un po’ per gioco, un po’ per sfida.

Già, perché la Frazione Calcistica, così come le altre realtà di calcio popolare sparse per l’Italia, porta avanti una vera e propria sfida: quella di combattere la mercificazione e la spettacolarizzazione del calcio, che negli ultimi decenni lo hanno trasformato in un fenomeno prettamente commerciale, svuotandolo così totalmente del suo ruolo sociale e aggregativo. Al contrario, la Frazione Calcistica Dal Pozzo si pone l’obiettivo di restituire al calcio quel ruolo: alla base di questo progetto infatti, c’è

la convinzione che il calcio non sia il fino ultimo di sé stesso ma piuttosto un mezzo attraverso il quale creare nuove opportunità, che chiunque possa viversi in maniera libera e spontanea.

Per questo motivo abbiamo scelto innanzitutto di fondare la squadra su dei valori forti e imprescindibili, quali l’antirazzismo e l’antifascismo, in quanto elementi inconciliabili con la nostra idea di sport, che vuole fungere da ponte relazionale tra gli individui e non da terreno fertile per discriminazioni di ogni sorta.

Un’altra scelta forte alla base della nostra società è quella di rifiutare le sponsorizzazioni, intese come patto commerciale il cui fine ultimo è solo il mero guadagno. La logica del dare-per-avere non ci appartiene, perciò, per finanziare questo progetto, abbiamo scelto la via dell’autofinanziamento: le spese societarie vengono in parte coperte dal ricavato dei vari eventi aggregativi che organizziamo (cene, concerti, feste, cineforum), e in parte dall’azionariato popolare, base portante della nostra struttura. Attraverso la sottoscrizione di una quota associativa infatti, chiunque può supportare economicamente la Frazione Calcistica e diventarne un membro attivo, partecipando alle periodiche riunioni dei soci che determinano le linee guida del progetto stesso. Ed ecco che viene così a delinearsi l’ultimo importante elemento della nostra società: l’orizzontalità decisionale.

In questa squadra infatti “non ci sono padroni”: ogni decisione viene presa collettivamente in assemblea per permettere a chiunque di sentirsi determinante per lo sviluppo di questo progetto.

Oggi la Frazione Calcistica Dal Pozzo è giunta alla sua quarta stagione, ma al momento conta “solamente” una prima squadra. L’obiettivo a lungo termine però è quello di riuscire a fondare anche un settore giovanile, nel quale crescere bambini e ragazzi con i valori dell’altruismo e dello spirito di gruppo, rifiutando l’eccessiva competitività che soffoca la spontaneità del gioco e inquadra i giovani calciatori in un sistema di per sé individualizzante e discriminatorio.

Per raggiungere questo grande sogno però, la Frazione Calcistica punta innanzitutto ad allargare la propria partecipazione. L’aggregazione viene così a determinarsi non solo come fine ultimo ma anche come motore stesso dell’associazione: una sempre maggiore partecipazione infatti, porta a minori sforzi individuali (economici ma non solo) e alla possibilità di porsi obiettivi sempre più ambiziosi. L’invito a chi volesse supportare questo progetto dunque, è quello innanzitutto di partecipare ai nostri eventi, a cominciare dalle partite della domenica. Un momento per noi fondamentale, in cui si respira la vera essenza di questo progetto e che va ben oltre i 90 minuti di gioco e il risultato sul campo.